Mustacciolo/Mustazolus, dolce tipico di Oristano

Mustacciolo di Oristano

Con il termine mostaccioli si indicano diversi tipologie di biscotti tradizionali italiani, piuttosto diversi tra di loro: i mostaccioli di Oristano ne sono solo la declinazione sarda. Il termine mostacciolo proviene da “mustaceum“, parola latina che indicava una focaccia che veniva addolcita utilizzando il mosto d’uva. Con il passare dei secoli, quasi ogni regione italiana ha elaborato una propria variante dei mostaccioli, per questo motivo sarebbe sempre opportuno indicare da quale regione proviene la ricetta che si vuole proporre, perché parlare genericamente di “mostaccioli” può ingenerare confusione.

I mostaccioli di Oristano sono la più famosa variante sarda di questi biscotti, e probabilmente una delle più originali nel panorama italiano, grazie alla particolare lievitazione, molto lunga.

La presenza di una quantità importante di zucchero, e la speziatura a base di cannella, tradisce la probabile derivazione araba dei mostaccioli di Oristano.

Come accennato, la caratteristica davvero unica di questi dolcetti è la lunga lievitazione (naturale, con lievito di birra), che nelle versioni più tradizionali può arrivare a 20 o addirittura 30 giorni, mentre nelle versioni più “moderne” si limita (per così dire) a un paio di giorni. La fermentazione così prolungata dell’impasto li rende particolarmente morbidi, e questa morbidezza dura molto a lungo.

La particolare forma romboidale dei mostaccioli di Oristano viene ottenuta con gli appositi (tradizionali) stampi in legno, o con le moderne formine in metallo.

Abbinamento

Questo dolce tipico di Oristano si abbina molto bene con la Vernaccia di Oristano con invecchiamento sotto Flor di almeno 6 anni di invecchiamento in botte.

Consigliamo: Antico Gregori – Cantina Contini Cabras – Vernaccia 2014 Silvio Carta – Judissa Cantina Sociale Rimedio/Oristano – Vernaccia Famiglia Orro Tramatza

Vernaccia di Oristano -
Vernaccia di Oristano – Cantina Contini Cabras

La ricetta dei mostaccioli di Oristano

Autore: Andrea Tibaldi

Tempo di preparazione: 30 min (+48 ore di lievitazione)

Tempo di cottura: 15 min

Tempo totale: 45 min

Ingredienti per 40 mostaccioli

  • 500 g di farina
  • 500 g di zucchero
  • 20 g di lievito di birra
  • mezzo cucchiaio di bicarbonato
  • mezzo cucchiaio di cannella

Per la glassa

  • zucchero a velo
  • acqua qb

Preparazione

Sciogliere il lievito nell’acqua. Mescolare tutte le polveri (farina, zucchero, bicarbonato, cannella) in una ciotola, aggiungere l’acqua poca alla volta e mescolare con le mani, una volta esaurita l’acqua, se l’impasto è troppo compatto aggiungerne altra, poca alla volta, fino ad ottenere un impasto leggermente appiccicoso. Coprire con la pellicola o con un panno umido e far lievitare in luogo fresco per 48 ore. Stendere col mattarello una sfoglia alta 3 mm, aiutandosi con poca farina per non far attaccare l’impasto alla spianatoia. Formaredei rombi con un tagliapasta o con un coltello. Disporre su una teglia infarinata e cuocere a 160 gradi per 15 minuti, nel forno ventilato.

Preparare la glassa aggiungendo poca acqua alla volta allo zucchero a velo, fino ad ottenere un composto denso ma fluido. Quando i mostaccioli si saranno raffreddati, spennellare la glassa su ogni biscotto e farla asciugare per almeno una mezz’ora all’aria. Conservare i biscotti in luogo fresco, dentro a un contenitore chiuso ermeticamente, si conserveranno per svariati giorni.

Informazioni nutrizionali per biscotto

Energia 92 kcal – 385 KJoule 
Proteine ad alto VB  0 g
Proteine 1 g – 6%
Carboidrati 23 g – 93%
Grassi 0 g – 1%
di cui  
saturi 0.0 g
monoinsaturi 0.0 g
polinsaturi 0.0 g
Fibre 0 g
Colesterolo 0 mg
Sodio 0 mg

Categorie

Associati per contribuire a valorizzare le eccellenze sarde

VUOI ESSERE PRESENTE NELLA GUIDA? SCRIVICI